Embedded Agency >

Il Giro del Mondo in 10 righe

EMBEDDED/Il Giro del Mondo in 10 righe (22/2/21)

Valutazione attuale:  / 0
ITALIA – Ancora una vita spezzata troppo presto. La notte scorsa, intorno alle 3.00, uno studente di 21 anni del Polimoda di Firenze è deceduto dopo essere precipitato dal quarto piano impattando il corpo al suolo del cortile dello stabile. Il giovane, secondo le notizie raccolte, si trovava nell’appartamento per passare un momento di convivialità con gli amici. Dalle prime ricostruzioni dell’accaduto non ci sarebbero responsabilità da parte di terzi nella caduta del ragazzo. L’Autorità giudiziaria ha comunque disposto l’autopsia sul corpo del 21enne per accertarne le causa della morte.
 
SPAGNA – Proseguono le proteste e gli scontri a Barcellona tra manifestanti e Polizia, dopo l’arresto del rapper Pablo Hasél. Il cantante catalano è accusato per i testi dei suoi brani di esaltazione di terrorismo e ingiurie alla Corona. Il 33enne si ritiene voce degli oppressi vittime della Monarchia e del Governo spagnoli.
 
MYANMAR – Non si ferma l’ondata di protesta con il golpe messo in atto dall’ Esercito birmano che poche settimane fa ha portato alla destituzione e poi all’arresto della Presidente della Repubblica, Aung San Suu Kyi. Nelle principali città dello Stato migliaia di persone sono scese in piazza per dimostrare il loro dissenso contro il gesto golpista dei militari. Il segretario generale dell'Onu, António Guterres, ha dichiarato: “L'uso della forza letale, dell'intimidazione e delle violenze contro i manifestanti pacifici è inaccettabile. Ognuno ha il diritto di protestare pacificamente. Faccio appello a tutti i partiti a rispettare i risultati delle elezioni e di tornare alle norme civili".
 
RUSSIA – Alexei Navalny resta in cella. Respinto il ricorso dei suoi legali. Per il politico e maggior oppositore di Putin è stata confermata la condanna a 2 anni e 8 mesi per violazione dei termini della condizionale.
 
di Domenico Pio Abiuso 
 
 

EMBEDDED/Il Giro del Mondo in 10 righe (15/2/21)

Valutazione attuale:  / 0
MYANMAR - San Suu Kyi sarà processata mercoledì. L’accusa per il leader birmano è di brogli elettorali alle consultazioni dello scorso novembre. La giunta militare al potere ha preavvisato la popolazione che chi manifesterà contro il golpe rischierà fino a 20 anni di detenzione.
 
BELGIO - Forte monito della direttrice dell’ Agenzia UE per la prevenzione ed il controllo delle malattie Andrea Ammon. Secondo il comunicato del medico tedesco la situazione emergenziale da Covid-19 continua ad essere molto preoccupante. Ammon auspica un rafforzamento delle restrizioni vigenti per uscire dalla pandemia.
 
LIBIA - La notizia è trapelata solo oggi. Il Presidente del Consiglio libico, Fayez Sarray, ieri a Roma, ha subito un intervento chirurgico per l’asportazione di un cancro. Secondo alcune fonti Sarray avrebbe passato i poteri al Vicepresidente del Paese, Ahmed Maitig.
 
NIGERIA - La Nazione africana entra nella storia. L’ex Ministra dell’Economia Ngozi Okonjo- Iweala è stata nominata Presidente dell’Organizzazione Mondiale del Commercio. È la prima donna africana a ricoprire questo ruolo. L’ex titolare del Dicastero nigeriano, appena eletta, ha affermato: “ L’ente deve essere forte e vitale se vogliamo riprenderci della devastazione causata dal Coronavirus”.
 
TURCHIA - Il maltempo ha colpito lo Stato. Nel fine settimana appena trascorso, in diverse zone della Nazione si sono verificate forti precipitazioni nevose con accumulo al suolo di 30 centimetri coltre bianca. Oltre 7.000 operatori e 1350 mezzi  sono tuttora impegnati a ripristinare la percorribilità delle carreggiate.
 
di Domenico Pio Abiuso
 

EMBEDDED/Il Giro del Mondo in 10 righe (1/2/21)

Valutazione attuale:  / 0
BIRMANIA – Nella Nazione dell'Asia sudorientale è avvenuto un colpo di stato. Le redini dell’Esecutivo sono state prese in mano dal Generale Min Aung Hlaing, capo delle Forze Armate. La ragione del golpe è da ricondurre a diversi episodi di truffa durante le consultazioni governative dello scorso novembre. Per questo motivo il Presidente della Repubblica, Aung San Suu Kyi ed altri funzionari sono stati tratti in arresto. Il Capo del Governo destituito ha incitato la popolazione birmana a non rassegnarsi al colpo di stato. 
 
RUSSIA – Per il secondo fine settimana consecutivo le Forze dell’ordine hanno esercitato una massiccia soppressione delle proteste per l’arresto del principale oppositore di Vladimir Putin, Alexey Navalny. USA e Ue condannano l’eccessiva aggressività usata dalla Polizia parlando di uso sproporzionato della fermezza. Il vice presidente del Consiglio di sicurezza russo, Dmitry Medvedev, ha bollato Navalny come “canaglia politica”. Tra le centinaia delle persone fermate, c’è anche la moglie del leader di Russia del Futuro, Yulia Navalnaya, poi multata per 20.000 rubli (circa 210 euro). 
 
EGITTO – Oggi si è tenuta l’ennesima udienza sul rinnovo o meno della custodia cautelare in carcere dello studente egiziano all’Università di Bologna che si batte per i diritti umani, Patrick Zaki, accusato di tentata destituzione del regime al governo. Zaki secondo i media egiziani resterà in carcere altri 45 giorni.
 
AUSTRIA – Ennesima disgrazia sui manti nevosi. Questa volta è accaduta sulle Alpi austriache dove 4 sciatori, un 37enne, una 38enne, un 48enne e un 16enne sono deceduti a causa della formazione di una valanga mentre sciavano fuori pista.
 
USA – Eccezionale evento atmosferico a New York. Da stamani sulla Grande mela si stanno abbattendo forti precipitazioni nevose con accumuli, che secondo gli esperti, arriveranno a toccare i 60 centimetri con temperature che raggiungeranno i -8°C. Circa 2000 mezzi tra spalaneve e mezzi blindati sono all’opera dalla notte scorsa. 
 
di Domenico Pio Abiuso
 
 

EMBEDDED/Il Giro del Mondo in 10 righe (8/2/21)

Valutazione attuale:  / 0
MYANMAR – La settimana scorsa nella Nazione asiatica è stato messo in atto un colpo di stato dall’Esercito birmano, destituendo e arrestando la Presidente, Aung San Suu Kyi, per presunti brogli elettorali alle elezioni del novembre scorso. A seguito del golpe, ci sono state proteste in molti centri del Myanmar, dove il regime golpista ha emanato la legge marziale in molte zone di Mandalay, la seconda città dello Stato. Secondo l’ordinanza alla popolazione sarà vietato protestare o riunirsi in gruppi di più di 5 persone. Entra anche in vigore il coprifuoco dalle 20.00 alle 4.00 del mattino. 
 
SIRIA -  L'ISIS torna a farsi sentire colpendo il Paese al confine con la Turchia. Nella regione orientale di Dayr az Zor 26 tra soldati siriani e miliziani delle forze di Damasco sono stati assassinati in un agguato. Secondo fonti locali, a seguito dell’imboscata, hanno avuto luogo scontri armati dove sono rimasti uccisi 11 jihadisti.
 
RUSSIA – L’arresto del principale oppositore di Alexey Navalny  fa ancora discutere. I maggiori esponenti politici europei si sono indignati per il suo fermo avvenuto subito dopo il suo rientro in Russia. Leonid Volkov, responsabile della rete regionale del Fondo Anti-Corruzione in un comunicato, ha dichiarato: “La liberazione di Navalny  passa dai leader mondiali. Il nuovo indirizzo di lavoro per noi è quello riguardante la politica estera: faremo in modo che ogni leader straniero possa discutere con Vladimir Putin di nient'altro che della liberazione di Alexey Navalny”.
 
INDIA – Sciagura nello Stato dell’Asia Meridionale. A causa del crollo da una parte del ghiacciaio nello stato di Uttarakhand, 18 persone sono rimaste uccise e 200 disperse mentre lavoravano nel primo tunnel delle due centrali elettriche della zona.  Secondo i soccorritori circa 35 soggetti sono rimasti intrappolati nella seconda galleria.
 
REGNO UNITO – Un ‘ondata di maltempo si sta facendo sentire in Gran Bretagna e in Scozia dove si registrano temperature ben al di sotto dello zero. Neve e ghiaccio rendono difficile la circolazione stradale dei mezzi. Ai disagi meteorologici si aggiungono quelli legati ad allerte per possibili interruzioni dei servizi telefonici e di telefonia mobile.   
 
di Domenico Pio Abiuso
 
 

EMBEDDED/Il Giro del Mondo in 10 righe (25/1/21)

Valutazione attuale:  / 0
ANTARTIDE - Alle 00.36 ora italiana una forte scossa di terremoto con una magnitudo di 6.9 è stata avvertita nei pressi della base cilena facendo scattare l’allerta tsunami. L’ufficio nazionale d’emergenza del Ministero cileno ha chiesto di evacuare la costa del territorio antartico.
 
OLANDA - Protesta antilockdown ieri nei Paesi Bassi dove sono state tratte in arresto centinaia di persone per aver provocato disordini e scontri con la Polizia. Il Primo Ministro, Mark Rutte, ha dichiarato: “Questa è violenza criminale, non una protesta. È la tratteremo come tale”.
 
RUSSIA - Il Presidente della Repubblica, Vladimir Putin, è tornato sulla questione dell’arresto del suo principe avversario politico, Alexei Navalny e sulle proteste conseguenti. Putin ha infatti affermato: “Le proteste per Navalny sono illegali e controproducenti. Tutti hanno il diritto di esprimere il proprio punto di vista, ma nel rispetto della legge”. Intanto il coordinatore delle sedi regionali del fondo Anti-corruzione di Navalny, Leonid Volkov, ha lanciato un appello: “ Scendete in piazza il 31 gennaio alle 12 in tutte le città della Russia per la libertà di Navalny “.
 
USA - Il Consigliere economico della Casa Bianca rende noto che il Presidente degli Stati Uniti d’America, Joe Biden, in queste ore firmerà un decreto per chiedere alle agenzie federali di comprare prioritariamente prodotti Made in USA, così da ridare slancio all’economia americana e salvaguardare posti di lavoro.
 
BELGIO - Durante il suo discorso al Consiglio dei Ministri degli Esteri, l’Alto rappresentante dell’Unione Europea, Josep Borrell, ha chiesto di dibattere del caso Regeni, giovane ricercatore assassinato in Egitto. Borrell ha asserito : “Su questo avvenimento è stato chiesto all’Egitto di fare piena luce e di cooperare. Siamo solidali con la famiglia Regeni nella richiesta di fare chiarezza”.
 
di Domenico Pio Abiuso