Attentato in Svezia, probabile matrice terroristica

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Creato Giovedì, 04 Marzo 2021 11:17
Ultima modifica il Lunedì, 26 Aprile 2021 08:12
Pubblicato Giovedì, 04 Marzo 2021 11:17
Visite: 1639

Ieri alle 15.00 a Vetlanda, una città di 12.691 abitanti nel sud del Paese, un ragazzo del posto di 20 anni già noto alla giustizia per reati minori, armato di coltello, si è scagliato contro i passanti ferendone 8, di cui 3 in modo gravissimo. Gli accoltellamenti sono avvenuti in cinque diversi punti dell’agglomerato abitativo. In seguito l’aggressore è stato neutralizzato da un poliziotto con un colpo di pistola alla gamba. Il giovane, trasportato in ospedale, non è in gravi condizioni e sarà interrogato al più presto dall’ Autorità giudiziaria. Al momento restano ignoti i motivi che ha mosso la mano dell’adolescente a compiere un gesto così efferato. Gli investigatori propendono nel ritenere che si sia trattato di un atto terroristico, anche se per ora il capo d’imputazione è tentato omicidio. Il Primo Ministro svedese, Stefan Lofven, alla stampa ha dichiarato: “Esorto tutti ad inviare un pensiero alle persone colpite dalla violenza e agli uomini e alle donne dell’assistenza sanitaria, della polizia che lavorano per prendersi cura dei feriti”. Nello Stato del nord Europa l’allerta antiterrorismo è massima, in quanto già preso di mira in passatp dalle organizzazioni estremiste: nel dicembre 2010 Stoccolma fu vittima di due esplosioni, che causarono 1 morto e 2 feriti. In quell’occasione si trattò di un atto suicida, preceduto da minacce nelle quali si disapprovava la presenza di contingenti militari svedesi in Afghanistan; nell’aprile 2017, sempre nella capitale, un richiedente asilo uzbeko uccise 5 persone investendole con un camion rubato. Il terrorista disse di aver agito per vendicare la guerra degli occidentali contro l’Isis.

di Domenico Pio Abiuso