Il 38° parallelo tra luci e ombre: disgelo definitivo?

Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 
Creato Mercoledì, 17 Gennaio 2018 20:21
Ultima modifica il Mercoledì, 17 Gennaio 2018 20:23
Pubblicato Mercoledì, 17 Gennaio 2018 20:21
Visite: 1522

Le Olimpiadi invernali 2018 in Corea Del Sud sono ormai vicine. Nonostante la storica rivalità con la Corea Del Nord, in occasione dei 23esimi giochi olimpici invernali, potrebbero esserci segnali di distensione tra i due Stati in conflitto dagli ormai lontani anni '50. Il ministro dell'Unificazione del Sud Cho Myoung-gyon e il capodelegazione nordcoreano Ro Son Gwon, si sono incontrati nel villaggio smilitarizzato di Panmunjom. Questo incontro può essere non solo una possibilità per le due Coree di riunirsi pacificamente, ma è un'ottima chance per risolvere la questione nucleare nordcoreana. L'Inghilterra si è detta favorevole ai progressi fatti dai due Paesi. “È grandioso che vi siano stati colloqui” queste le parole del ministro degli Esteri inglese Boris Johnson. Poi aggiunge "È grandioso che vi sia una tregua olimpica”. “La Corea del Nord e Kim jong-un stanno continuando a portare avanti il loro programma illegale” la replica dell'Inghilterra che condanna i test nucleari eseguiti dai nordcoreani. Parole che fanno seguito a quelle di Papa Bergoglio “Ho davvero paura dello scoppio di una guerra nucleare, siamo al limite. Basta un incidente e la situazione rischia di precipitare”. Parole forti quelle del Pontefice che mirano a fermare il continuo battibecco tra il presidente Usa Trump e il dittatore nordcoreano. In ogni caso, è necessario ammettere che i due capi di Stato, attirano sempre di più le attenzioni dei media grazie alle loro dichiarazioni fuori dalle righe e poco diplomatiche, come il loro ruolo richiederebbe.

di Antonio Falasca, Manuel Bacca, Pietro Salvatore e Simone Mastantuono