Omaggio alla Catalogna

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Creato Lunedì, 02 Ottobre 2017 14:11
Ultima modifica il Martedì, 03 Ottobre 2017 09:39
Pubblicato Lunedì, 02 Ottobre 2017 14:11
Visite: 1318

E' opportuno citare Orwell per riportare ciò che è successo ieri nella storica regione ribelle. La Catalogna non si è mai sentita legata all’unità nazionale spagnola durante la sua storia e la sua emancipazione è stata sia repressa che autorizzata.  Ad esempio durante il franchismo la Catalogna non ha potuto nemmeno usare la propria lingua, punita a causa della sua posizione nella coalizione repubblicana durante la guerra civile. Il popolo catalano ieri, 1 ottobre 2017, si è espresso favorevolmente alla sua indipendenza con grande affluenza e partecipazione nonostante la repressione del governo centrale spagnolo. I catalani sono riusciti ad esprimere il loro diritto di voto resistendo alle provocazioni della Guardia Civil, culminate con il ferimento durante gli scontri di oltre 844 persone. Le misure adottate dal popolo per esercitare i propri diritti sono state coraggiose, piene di ideali e sogni: da coloro che hanno resistito con barricate alle cariche della polizia ordinate dal governo spagnolo a chi è andato a votare con un foglietto fatto in casa aspettando ore in fila a causa dei disagi causati dalla Guardia Civil che ha sequestrato numerose schede e seggi. La domanda ora  è che cosa succederà se il governo spagnolo non darà il consenso alla sua provincia più ricca di separarsi? Speriamo soltanto che lo spettro di una guerra non aleggi sopra la Spagna.

di Michelangelo Fanelli