Embedded Agency >

Contatti

La Boeing Corporation non lo ha comunicato ufficialmente ai dipendenti ma la società sta staccando la spina dal suo enorme Jumbo Jet 747, ponendo fine alla produzione, dopo mezzo secolo,  del gigante a doppia navata. L'ultimo 747-8 uscirà da una fabbrica nell'area di Seattle tra circa due anni, una decisione non dichiarata ma che può essere ricavata dai sottili cambiamenti di formulazione nei rendiconti finanziari. Gli appassionati di aviazione temevano da tempo la fine dei leviatani a due piani a quattro motori che hanno accorciato il mondo. Anche Airbus SE, d'altro canto, si sta già preparando a costruire l'ultimo jumbo A380, dopo che l'ultimo carico di segmenti di fusoliera è atterrato nello stabilimento di Tolosa, in Francia, il mese scorso. Nonostante tutta la loro popolarità tra i viaggiatori, la versione finale del 747 e il superjumbo europeo non hanno mai preso piede commercialmente poiché le compagnie aeree si sono rivolte ad aeromobili bimotore per voli a lungo raggio. La pandemia del covid-19 ha accelerato sulla chiusura delle linee produttive dei giganti e messo a dura prova le aziende per la realizzazione degli ultimi modelli. Il numero di rotte per le quali è necessario un aereo ultralarge sono incredibilmente poche. La "Queen of the Skies" di Boeing ha debuttato nel 1970, un'audace scommessa che ha quasi fatto fallire la compagnia. Le versioni passeggeri vantavano una scala a chiocciola per un lussuoso salone al piano superiore. I modelli cargo presentavano un naso incernierato che si apriva per caricare qualsiasi cosa, dalle automobili agli impianti di trivellazione petrolifera. Il 747 ha raccolto 1.571 ordini nel corso dei decenni - secondo tra i jet a fusoliera larga dopo il Boeing 777. L'A380, capace di trasportare fino a 853 viaggiatori, ma realizzato spesso in versioni con più spazio interno e minore numero di posti, è stato il più grande aereo di linea del mondo. Quando è arrivato nel 2007 tuttavia le compagnie aeree si orientavano verso aerei più piccoli dai consumi inferiori. Boeing ha anticipato correttamente la tendenza con il bimotore 777 e il 787 Dreamliner, Airbus si è adattata con l'A350. Benché il 747 sia un velivolo progettato per l'utilizzo civile, le sue caratteristiche hanno permesso di ricavarne alcune conversioni a uso governativo e militare, quali:
Il C-19: 747-100 modificati come CRAFT (Civil Reserve Air Fleet), con più accessi e struttura rinforzata, per la conversione in aerei militari, all'occorrenza e su ordine del Ministero della Difesa statunitense. Sono normalmente in servizio civile presso varie linee aeree che ricevono sussidi governativi per compensare i costi dei 5 900 kg imposti dalle modifiche. Il 747 del volo PA 103, distrutto nella strage di Lockerbie, era un C-19. 
Il VC-25: è l' "Air Force One" delle forze armate che trasporta il Presidente degli Stati Uniti d'America. Basato sulla versione civile -200B, il primo modello venne consegnato nel 1990, sostituendo il 707, e con migliorie del 747-400, come il ponte superiore più lungo e una motorizzazione aggiornata. Prodotto in 2 esemplari, codice 28000 e 29000. Il VC-25A è stato l'aereo personale di Barack Obama.
L'E-4B: National Emergency Airborne Command Post ("Posto di comando aerotrasportato per le emergenze nazionali").
Lo YAL-1 Airborne Laser (ABL), laser aviotrasportato.
Lo SCA: Shuttle Carrier Aircraft  per trasportare lo Space Shuttle,utilizzato dalla Nasa.
Il VIP dello Japanese Air Force One utilizzato dall'Imperatore del Giappone; in organico all'aeronautica militare di difesa dello stato nipponico. Altri sono in uso in altre nazioni: Bahrain, Brunei, India, Iran, Giappone, Kuwait, Oman, Pakistan, Qatar,  Arabia Saudita e Emirati Arabi Uniti.
Il C-33, detto NDAA (Non-Developmental Airlift Aircraft) era un progetto studiato tra il 1994 e il 1995 dal Dipartimento della Difesa statunitense, per modificare i 747-400 in maniera simile ai 747-100 convertiti in C-19, progetto accantonato, in luogo dell'acquisto di ulteriori C-17. 
KC-33A: proposto come aerocisterna nel programma Advanced Cargo Transport Aircraft (ACTA), che fu vinto dal McDonnell Douglas KC-10 Extender. Il KC-33A univa le caratteristiche di un'aerocisterna a quelle di un aereo da trasporto tattico, in grado di trasportare veicoli come gli M113A3, e fusoliera all'anteriore sollevabile per le operazioni di carico e scarico. Comunque l'Iran acquistò 4 esemplari convertiti in aerocisterne per la propria forza aerea. Non esistono molti dati sull'impiego operativo degli esemplari, presumibilmente utilizzati durante la guerra Iran-Iraq.
Il 747 CMCA: Durante lo sviluppo del B-1A Lancer, l'Air Force teorizzò di equipaggiare un 747 con dei piloni sub-alari e nicchie apribili sulla fusoliera, in modo da trasportare tra i 50 e i 100 missili cruise AGM-86 ALCM. Il progetto fu abortito. 
Il 747 AAC: Il 747 Airborne Aircraft Carrier per trasportare aerei da caccia sul teatro delle operazioni, dei "microfighter", cioè caccia di ridotte dimensioni, con serbatoi e autonomia molto ridotti, ma capaci di trasportare quantità maggiori di armi grazie al peso risparmiato. La Boeing fu incaricata di studiare dei "microfighter"; ne progettò cinque versioni, arrivando a definire un solo tipo di caccia, e propose di utilizzare come aereo portaeromobili un 747-200 pesantemente modificato, il 747 AAC per l'appunto, teoricamente in grado di trasportare, rifornire, e accogliere al rientro dieci caccia, sia agganciati esternamente che alloggiati all'interno del velivolo. Il progetto fu abbandonato.
L'Evergreen 747 Supertanker da lotta aerea antincendio.
Lo Stratospheric Observatory for Infrared Astronomy (SOFIA) per il trasporto di un telescopio a infrarossi ad alta quota.
Il Boeing 747-8 è stato la terza e ultima versione del Jumbo Jet, e la più grande, realizzata sotto la guida di Joe Sutter che aveva guidato il programma 747 originale. Annunciato nel 2005, utilizza un'ala riprogettata, una fusoliera allungata che lo rende il più lungo aereo passeggeri del mondo. E’ l'aereo commerciale più grande mai costruito negli Stati Uniti, realizzato in due principali varianti: il 747-8 Intercontinental (747-8I) per la versione passeggeri e il 747-8 Freighter (747-8F) per la versione cargo. Il 747-8F ha effettuato il suo volo inaugurale l'8 febbraio 2010, seguito dal 747-8I il 20 marzo 2011. Tuttavia il programma 747-8 è stato turbato dalla cattiva gestione iniziale, facendo esplodere il budget e le scadenze. La società con sede a Chicago ha perso circa $ 40 milioni per ogni 747 dal 2016. Tutto sommato, Boeing ha registrato $ 4,2 miliardi di spese contabili per il 747-8, che è stato mantenuto in vita come cargo. Il 747 ha registrato il suo ultimo ordine come aereo passeggeri nel 2017 - per l'Air Force One. 
Il Boeing 747 negli ultimi 10 anni ha ben contrastato l'interesse di mercato per il più recente A380 riuscendo soprattutto negli ultimi 5 anni a incamerare numerosi ordini per nuovi modelli.  Circa il 91% dei 747 e il 97% degli A380 sono da tempo parcheggiati come stima il Credit Suisse. Air France, Lufthansa e Qatar Airways sono tra i vettori che valutano se mettere a terra i loro A380 permanentemente o si stanno preparando a farlo. Airbus ha ancora solo nove aerei consegnati. Tutti tranne uno sono etichettati per Emirates Airline, il più grande operatore A380, che sta valutando se scartare i suoi ultimi cinque su ordine. L'A380 è costato ad Airbus circa 20 miliardi di euro (23 miliardi di dollari), pareggiando o generando profitti solo per un periodo di tre anni a partire dal 2015. Con solo 251 aeromobili venduti durante la vita del programma, il planemaker non ha mai raggiunto l'efficienza che deriva dalla produzione su larga scala (secondo esperti americani).  Boeing, nel frattempo, si stava preparando da anni per liquidare il programma 747, e il suo team di vendita ha rivelato l'interesse dei clienti per una potenziale versione mercantile del 777X.   “Con un tasso di costruzione di mezzo aereo al mese, il programma 747-8 ha più di due anni di produzione davanti per soddisfare i nostri attuali impegni con i clienti. Continueremo a prendere le giuste decisioni per mantenere in salute la linea di produzione e soddisfare le esigenze dei clienti” ha dichiarato Boeing per questa storia. Il planemaker ha solo 15 ordini non completati per il 747 - tutti mercantili. Una dozzina di loro sono diretti a United Parcel Service Inc. e il destino degli altri non è chiaro, parte di una disputa con il gruppo russo Volga-Dnepr. Lo spazio della catena di montaggio potrebbe essere meglio utilizzato su un altro aereo, come il 767, che condivide una baia nella fabbrica di Everett, Washington. Con la costruzione di mezzo aereo al mese il programma non è molto più redditizio.
 
di Antonio Frate