Il bitcoin diventerà una moneta mondiale?

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 
Creato Martedì, 23 Gennaio 2018 20:09
Ultima modifica il Martedì, 23 Gennaio 2018 20:09
Pubblicato Martedì, 23 Gennaio 2018 20:09
Visite: 543
Nel 2009 un inventore anonimo sotto lo pseudonimo di Satushi Nakamoto ha realizzato un nuovo metodo di pagamento che consiste in una criptovaluta denominata Bit Coin. Esso non è una moneta bensì un metodo di scambio volatile il quale valore è determinato da una leva di domanda offerta. Utilizza un database distribuito nella rete e sfrutta la criptografia per gestire gli aspetti funzionali come l'attribuzione di una proprietà di Bit Coin. Inoltre consente il possesso e il trasferimento anonimo delle monete. Al momento esistono un po' meno di 17 milioni di Bit Coin e ne vengono creati circa 100 ogni 40 minuti. Però non sono infiniti perché ne verranno creati 21 milioni. É da specificare che non vengono creati ma estratti, risolvendo un complicato problema crittografico il cui risultato è un Bit Coin. Per averne una grande quantità serve però una notevole quantità di energia, computer di grandi dimensioni e impianti di ventilazione per evitare che si surriscaldino. Il bit coin non è però legale in tutto il mondo;ci sono infatti Stati come Nepal, Bolivia e Vietnam nei quali è stata vietata qualsiasi operazione con criptovalute. A proposito pochi giorni fa la Bce ha lanciato un sondaggio su Twitter sull'argomento per quanto riguarda la possibilità di sostituire la moneta tradizionale con questa particolare criptovaluta  e il risultato è stato positivo per il 75%, negativo per io 13% e il restate 12% non ha espresso preferenze. Questo dimostra che per la popolazione potrebbe realmente diventare un'alternativa alla moneta, ma dal momento in cui ha riscosso questo successo è nata la paura che si tratti di una bolla speculativa. 
 
di Luigi Cerimele, Ilaria Dugo, Anna Sanità, Emanuele Saia, Gavio di Carlo