Carro da supporto tattico BMPT

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 
Creato Venerdì, 21 Giugno 2013 12:34
Ultima modifica il Domenica, 22 Settembre 2013 21:14
Pubblicato Venerdì, 21 Giugno 2013 12:34
Visite: 5088

Il Boyevaya Mashina Podderzhki Tankov (BMPT), detto anche Terminator, è un veicolo di supporto al combattimento  sviluppato in Russia. È stato progettato dall' Uralvagonzavod Production Association State Unitary Enterprise e dall'Urals Transport Machinery Design Bureau Federal State Unitary Enterprise.   Il veicolo aumenta l'efficienza di un carro armato nella guerriglia urbana, nelle missioni di mantenimento della pace e nelle operazioni antiterrorismo. Esso permette ai carri di avanzare distruggendo obiettivi anticarro, e bersagli corazzati leggeri e pesanti a terra, così come bersagli aerei. Il veicolo può anche operare in modo indipendente per sostenere la fanteria, sconfiggere i gruppi terroristici e scortare convogli. Il concetto di un veicolo di supporto ai carri armati principali non è nuovo ma risale al 1970, quando i tedeschi progettarono il Begleitpanzer (carro scorta). Non entrò mai in produzione a causa della mancanza di interesse in quel momento.  La storia del BMPT russo può essere fatta risalire alla prima guerra cecena. Con l'uso di IFV (infantry fighting vehicles) convenzionali durante gli scontri urbani, le forze russe hanno subito perdite pesanti di personale e mezzi. E' diventato chiaro che un veicolo dedicato al combattimento anti-uomo potrebbe fornire un valido aiuto in un ambiente urbano. Sono stati usati cannoni semoventi antiaerei (AA) come soluzione temporanea in Cecenia. Tuttavia, questi veicoli non sono ben corazzati e non possiedono la stessa capacità di superare ostacoli come un MBT (main battle tank). Pertanto si è previsto che il nuovo veicolo da combattimento dovrebbe essere costruito su uno scafo di carro armato e offrire la stessa o una migliore protezione di un MBT. La protezione del BMPT è superiore agli MBT, in quanto è usata sia protezione attiva che passiva, con armatura aggiuntiva. Ci sono stati diversi progetti differenti, per esempio l' Ob'yekt 193A e il Ob'yekt 745. Un mock-up del Ob'yekt 199 è stato mostrato per la prima volta in pubblico alla mostra BTVT del 1997. Questo veicolo era leggermente diverso dal progetto attuale, armato con un solo cannone da 30 mm e con i missili Kornet. Il modello di produzione del BMPT è stato sviluppato nel 2002.Gli utilizzatori iniziali del veicolo sono Russia e Kazakhistan.

Uso operativo. Quando viene utilizzato sul terreno urbano, il BMPT dovrebbe essere impiegato in un rapporto di 2:1, ossia 2 BMPT a protezione di un MBT. Nelle operazioni rurali tale rapporto è invertito, cioè un BMPT a protezione di 2 MBT. Ciò deriva dalla complessità dei combattimenti in terreno urbano e dalla necessità di una piattaforma antiuomo versatile che può affrontare bersagli multipli in una sola volta e su diversi livelli di altezza. L'introduzione di un tale veicolo rende il combattimento urbano meno stressante per gli MBT e li solleva da alcune funzioni in modo da permettere loro di concentrarsi sul loro obiettivo principale, ossia distruggere altri MBT e bersagli corazzati.

Progetto. Il veicolo pesa 47t è basato sullo scafo del carro T-72,  che viene utilizzato in gran numero per l'esercito russo ed è stato prodotto su licenza da molti altri paesi. La lunghezza è di 6,96 m (22 piedi-  10pollici), la larghezza di 3,46 m (11 piedi-4 pollici), l'altezza di 2,10 m (6 piedi- 11 pollici). Ha un equipaggio di cinque soldati. Il conducente e i due puntatori dei lanciagranate anteriori sono collocati nella parte anteriore del veicolo. La parte posteriore del vano del conducente, nella parte anteriore del veicolo, è stata sollevata, fornendo un maggiore volume interno. I sedili dei cannonieri  delle due armi principali e secondarie e la sede del comandante sono collocati in una torretta a comando elettrico posta sullo scafo. La torretta è provvista di portello singolo per l'equipaggio. La produzione di serie del BMPT è prevista sullo scafo del T-90, che è la versione finora più aggiornata del T-72. Il veicolo può essere dotato di una lama anti-mina KMT-7 o KMT-8, disponibile anche con comandi elettromagnetici.

Armamento. E' basato su due cannoni automatici Shipunov 2A42 30 millimetri. Le 2A42 sono armi collaudate,  montate su BMP-2, BMP-3, Mi-28,  Ka-50, e su molti altri veicoli in servizio con l'esercito russo; hanno una cadenza di fuoco di 600 colpi al minuto, e sono dotati di caricatori da 850 colpi. Possono sparare una vasta gamma di tipi di munizioni tra cui: High Explosive - Tracer (HE-T), Armour-Piercing Discarding-Sabot (APDS), High Explosive-Fragmentation (HE-FRAG) e Armour-Piercing-Tracer (AP-T). I cannoni hanno un raggio d'azione di circa 1.500 m contro armature leggere,  4 km contro bersagli deboli e 2,5 km contro elicotteri. I cannoni da 30 millimetri hanno elevazione da -5 a +45 gradi. Quattro lanciatori supersonici di missili anticarro (ATGM) Ataka-T  (AT-9 nel codice NATO) costituiscono l'armamento principale. Gli AT-9 possono essere dotati di una testata HEAT in tandem per l'utilizzo contro i veicoli corazzati, una testata termobarica per l'uso contro edifici e bunker o una testata HE-FRAG per uso contro gli elicotteri. Ha una portata massima di circa 5 km, (o 8 a seconda delle versioni), elevazione da -5 a +25 gradi e non vengono effettuate ricariche di missili. Possono essere stabilizzati verticalmente ed hanno controllo remoto. Due lanciagranate stabilizzati su due assi  AGS-17A o AG-30 da 30 mm sono installati sui due lati dei vani blindati e formano l'armamento secondario del BMPT. Hanno un carico di munizioni di 300 granate ciascuno. Una mitragliatrice PKT da 7,62 mm è montata sulla torretta unita ai cannoni da 30mm con azionamento elettromeccanico ed ha funzione di armamento accessorio. I tre operatori dei veicoli possono quindi indirizzare le diverse minacce a 360° sul campo di battaglia. Il comandante può anche impegnarsi indipendentemente con modalità di doppio controllo.

Osservazione. Il comandante è dotato di una vista  panoramica B07-K1, il cannoniere di un visore a canali ottico e termico B07-K2  e un puntatore laser. I due operatori dell' AG-17D hanno un visore diurno-notturno "Agat-MR".

Controllo del fuoco. Un sistema di controllo del fuoco computerizzato permette al veicolo di colpire obiettivi in movimento e fermi con qualsiasi tempo e luminosità. Il BMPT ha un rilevamento  doppio di scarico automatico e sistema antincendio. Ha anche sistema di rilevamento laser.

Protezione. La piastra frontale dello scafo è rinforzata da un blocco sostituibile con protezione dinamica. La protezione dell'armatura comprende corazze aggiuntive reattive -esplosiva (ERA, explosive reactive armour) sulla piastra frontale, scudi alla griglia per la parte posteriore dello scafo e schermi ERA applicati sulle piastre laterali. La torretta saldata e montata sul veicolo è dotata di piastre con strati di ERA. L'ERA protegge l'equipaggio contro proiettili APFSDS (perforanti) e testate HEAT (esplosive) a carica singola. I serbatoi di carburante si trovano negli scompartimenti blindati per aumentare la sicurezza contro esplosioni e incendi. Lo scafo e la torretta sono dotati di fodera in Kevlar negli interni per la protezione contro frammenti secondari. I caricatori dei cannoni 2A42 sono collocati al di sotto della torretta nello scafo. Il sistema di difesa attiva Shtora è equipaggiato per fornire ulteriore protezione contro armi guidate. E' previsto lo Shtora,  un sistema di avviso laser che, rilevando le minacce, attiva automaticamente la torretta per affrontare la direzione della minaccia. Il comandante e il mitragliere vedono le informazioni delle minacce sui loro schermi, e possono scegliere di prendere contromisure. Le opzioni di contromisura includono la fuoriuscita del fumo tramite le granate da 81 millimetri lanciate dai contenitori  montati sulla torretta, o l'attivazione di una coppia di disturbatori elettro-ottici. Il sistema Shtora può anche essere configurato per sparare automaticamente i fumogeni, senza intervento manuale. Le granate fumogene bloccano l'immagine termica così come la visione e i sistemi di guida laser.


Propulsione. Il BMPT è spinto da un motore V-92S2 diesel, quattro tempi, 12 cilindri, multi- sovralimentato. Produce 1.000 CV (736kW) a 2.000 giri. Il rapporto potenza-peso del veicolo è 21.2hp / t. Nel parafango destro del vano blindato viene installato anche con un generatore diesel ausiliario da 5kW per consentire il funzionamento di apparecchi elettrici a bordo durante l'arresto del motore principale.

Mobilità. Il BMPT ha sei ruote con smorzatori e un sistema di sospensioni a barra di torsione. Tre rulli di ritorno e la guida della corona posteriore supportano l'interno del cingolo. Ha una velocità massima su strada di 65 Km/h e un'autonomia di 550 km.

 

di Antonio Frate