Embedded Agency e il Reporter Day

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Creato Venerdì, 11 Novembre 2011 18:41
Ultima modifica il Giovedì, 08 Novembre 2012 09:56
Pubblicato Venerdì, 11 Novembre 2011 18:41
Visite: 4289

La guerra è una realtà molto più vicina di quanto noi non pensiamo. Chi è quel ragazzo di colore che vive nella casa accanto alla mia? Perchè lo dovrei ospitare nel mio Paese? Perchè il mio Governo dovrebbe pagargli vitto e alloggio? Sono tutte domande che, almeno una volta, ci siamo posti tutti. Domande a cui giornalisti, reporter, missionari rispondono quotidianamente raccontando storie, sostenendo diritti, rischiando la vita. Basta aprire un giornale e, dopo poco, quel viso scuro e quegli occhi neri non saranno più di uno sconosciuto. L'informazione, la conoscenza unisce i popoli e li rende più forti. Attualmente in tutto il mondo ci sono 31 conflitti e, secondo l'ultimo aggiornamento del barometro del 2011 sulla libertà di stampa di Reporters sans Frontieres, sono 188, tra giornalisti e assistenti, ad essere stati uccisi o imprigionati. Per questo Embedded Agency, con il patrocinio del Comune di Ferrazzano e del Teatro del Loto di Stefano Sabelli e la sponsorizzazione straordinaria del Cts Copisteria di Campobasso, ha organizzato per il 12 novembre 2011, una tavola rotonda dal titolo "Reporter Day. Il ruolo dei media negli scenari di guerra" con lo scopo di rendere omaggio a giornalisti e missionari che, rischiando la propria vita, hanno permesso al mondo di conoscere le diverse realtà di guerra. A partire dalle ore 16 presso il Teatro del Loto di Ferrazzano, esponenti del mondo dell'informazione e rappresentanti di Ong internazionali, si confronteranno durante un dibattito sulle problematiche legate alla diffusone di notizie in aree di guerra. All'evento interverranno mons. GianCarlo Bregantini, arcivescovo della Diocesi Campobasso-Boiano, Domenico Iannaccone, giornalista di Presa Diretta e premio "Ilaria Alpi", Roberto Colella direttore di Embedded Agency e collaboratore di Limes, Antonella Iammarino responsabile regionale Unicef. Nel corso della tavola rotonda saranno presenti in videoconferenza anche Amir Madani, giornalista Gruppo Espresso - Limes, Laura Silvia Battaglia della redazione esteri dell'Avvenire e Giulio Gambino direttore di The Post Internazionale. Inoltre, in diretta da Bengasi, Dario Festa operatore Cesvi racconterà gli ultimi sviluppi che hanno interessato il territorio libico a seguito della caduta di Gheddafi. A moderare il dibattito sarà Carmela Mariano, giornalista di www.informamolise.com e collaboratrice di Embedded Agency. Oltre a ciò, "Reporter Day" dedicherà uno spazio anche alla cultura del teatro e della letteratura: la Spas- Scuola propedeutica dell'arte scenica interpreterà alcune letture tratte da famosi articoli firmati da Oriana Fallaci, Ernest Hemingway, Tiziano Terzani e, a conclusione della giornata, Stefano Sabelli andrà in scena con il monologo "Le Vie del Budda ovvero: il Ground Zero d'Oriente nella valle degli uomini che pregano verso Occidente" tratto da viaggio che lo stesso direttore artistico ha fatto in Medio Oriente. Un piccolo spazio è stato dedicato anche alla sezione Junior di Embedded Agency durante il quale tre giovani collaboratori e promettenti giornalisti leggeranno alcuni articoli redatti da loro e pubblicati all'interno del giornale. All'interno del Teatro del Loto saranno, inoltre, allestiti dei banchetti espositivi di Embedded Agency, Unicef e Reenectors. Mascotte dell'evento il piccolo Filippo.