Gli armamenti del Rais

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Creato Martedì, 22 Marzo 2011 09:38
Ultima modifica il Mercoledì, 07 Novembre 2012 20:42
Pubblicato Martedì, 22 Marzo 2011 09:38
Visite: 2738

 

Al-Quwwat al-Jawwiyya al-Libiyya-Aeronautica Militare Libica (mezzi in dotazione)

 

 

Mig-23: La Libia ha avuto 130 MiG-23MS/ML/BN/UB in servizio (per la maggior parte non in condizioni di volo). E’ un grande utilizzatore del MiG-23, ma oggi ne rimangono 90 tra tutte le versioni. I Mig libici hanno avuto vari incontri con i caccia dell'US Navy ed hanno riportato alcune perdite. Il 18 luglio 1980, circa un mese dopo la strage di Ustica un MiG-23 libico precipitò sulla Sila. Si trattava di un MiG-23MS, trovato nell'attuale comune di Castelsilano, in Calabria. Caccia monomotore con ala a geometria variabile, è caratterizzato da un eccezionale rapporto peso-spinta (per l’epoca in cui entrò in servizio), simile a quello del più moderno F-16. Tuttavia tale caratteristica ne riduce l’autonomia, ad es. se confrontato con il rivale francese dell’epoca, il Mirage F-1 (anch’esso in uso alla Libia), dotato di motore meno potente, ma più manovrabile nelle virate laterali.

Mig 21: Ne rimangono pochissimi in servizio e probabilmente non possono essere utilizzati.

Mirage F1: Considerando il velivolo precipitato il 23 febbraio e quelli con cui due piloti hanno disertato a Malta, ne rimane solo 1.

Su 22: Jet d’attacco al suolo. Ne possiede un numero rilevante, ma non tutti sono in grado di funzionare. Evoluzione del Su-17, è un jet monomotore con ala a geometria variabile.

Su 24: Rivale dell’epoca dell’F-111 americano. Bimotore e con ala a geometria variabile, è essenzialmente un bombardiere supersonico (più grande di un comune caccia). La Libia ne ha solo tre, di cui uno perso in un incendio.

Soko J-21 Jastreb e Soko J-2: Addestratori di produzione jugoslava

Aero L-39 Albatros: Il più diffuso addestratore avanzato dei paesi dell’est (ex patto di Varsavia).

Macchi SF-260WL: Addestratore basico di produzione italiana

Yak.130: Versione russa dell’addestratore che verrà utilizzato dall’Aeronautica Italiana come Aermacchi M-346 Master. Questo modernissimo velivolo è stato ordinato dalla Libia.

Dassault Falcon 20 e Falcon 50: Jet business (quest’ultimo anche in servizio in Italia).

An-26: Aereo da trasporto tattico leggero, Antonov An-124: aereo da trasporto tattico pesante, Lockheed C-130 Hercules: Aereo da trasporto di classe medio-alta. A differenza degli altri due, è un prodotto occidentale.

Gulfstream 2: Aereo da trasporto leggero, americano. Nelle file libiche ce n’è uno solo.

Ilyushin Il-76: Pesante aereo da trasporto sovietico. Paragonabile al C-141 americano , e Il-78 (variante aerocisterna strategica).

Let L-410 Turbolet: Aereo da trasporto leggero, bimotore ad elica, di produzione jugoslava.

Mil Mi-24 Hind: Ben noto elicottero d’attacco pesante russo, prevede la possibilità di trasportare sei soldati in fusoliera. Tutti i paesi di ideologia socialista ne hanno avuto qualcuno, oltre a vari altri stati del mondo (es. paesi africani).

Elicotteri americani del tipo Bell 206 jet Ranger, Bell 212 Twin Huey, Boeing CH-47 Chinook (l’ultimo da trasporto pesante)

Mi-8: E’ l’elicottero maggiormente prodotto al mondo, con oltre 12.000 unità, il Mi-14 e Mi-17 sono altre varianti, anch’esse in dotazione alla Libia. Si tratta di un modello da trasporto tattico medio.

Missile SAM (Terra –Aria): Lavochkin SA-2: Isayev SA-3, SA-6, quest’ultimo è stato il primo missile a medio raggio mobile del mondo e con un'elevata efficacia operativa. Ogni batteria comprende 4 veicoli, gli stessi dei cannoni antiaerei ZSU-23-4 Shilka, con tre missili ciascuno. E’ il più diffuso missile antiaereo al mondo. L’ultimo successo registrato è stato l’abbattimento di un F-16 USA in Jugoslavia nel 1995.

 

 

di Antonio Frate